MENU

Dove posizionare la scrivania nel tuo ufficio (o in smart)

  • 19 Apr 2021
  • Elena Ercolani
  • 9123 Views
  • 0 Comments

scrivanie-per-ufficio-economiche

In questo post scopri come posizionare la scrivania con la sicurezza di aumentare benessere e produttività nel tuo ufficio ed evitare banali errori. In sintesi:

  • Evita il muro, nessuno può lavorare bene con un muro di fronte. Inoltre per ricevere un collega o un cliente l’unica soluzione sarebbe cambiare postazione. Non dare le spalle alla porta, distrae chi lavora sentire rumori senza vedere cosa sta succedendo ed è sempre imbarazzante per chi entra in ufficio trovarsi le spalle di qualcuno invece di un bel sorriso.
  • La luce che proviene dall’esterno non deve mai colpire il monitor perché il riflesso crea un affaticamento visivo, mentre la scrivania a fianco della luce della finestra è un’ottima scelta. Per lavorare al meglio nelle ore serali o nei giorni invernali l’ideale è un’illuminazione centrale per dare la giusta luminosità a tutta la stanza più una luce intensa direzionata sulla postazione di lavoro.
  • Evita fonti di calore vicino alla postazione di lavoro: qualche metro dal calorifero, se non si ha il riscaldamento a pavimento, è più sicuro per una buona circolazione e per una concentrazione costante.
  • Inoltre, è importante l’organizzazione degli oggetti e una seduta ergonomica al fine di avere una postura corretta. Conoscere e comprendere le normative vigenti ti aiuterà a fare le scelte corrette.

IMPORTANTE: leggendo il resto dell’articolo scoprirai anche che, in realtà, c’è un team di esperti a tua disposizione, gratuitamente, per aiutarti a riorganizzare lo spazio del tuo studio.

LA POSIZIONE IDEALE PER LA TUA SCRIVANIA

Qual è la miglior posizione per una scrivania da ufficio? In quali errori puoi cadere facilmente quando organizzi il tuo lavoro?

 

Sembra una domanda banale ma non lo è, a meno che non consideri banale il tuo benessere. Se non te ne sei già reso conto, il tuo modo di lavorare è influenzato anche dalla posizione che scegli per la scrivania sulla quale passi la maggior parte delle tue giornate.

 

La posizione ottimale per scrivania la ottieni tenendo conto prima di tutto degli ingombri fissi e degli arredi presenti nella stanza, poi dell’illuminazione e delle fonti di calore.

 

Però, mentre c’è un margine di scelta rispetto alla posizione corretta della scrivania all’interno di una stanza, ci sono alcune cose da evitare categoricamente.

 

Se hai una sola scrivania il lavoro è più semplice: evita di avere di fronte il muro e prediligi una zona in cui la luce della finestra non arrivi direttamente sul monitor. Ovviamente non dare le spalle alla porta d’ingresso: un ufficio ospita sempre qualcuno, se non è un cliente è un collaboratore; accoglierlo di spalle, quando è possibile, è da evitare.

 

Se lo spazio è notevole, spostare la scrivania verso il centro della stanza contribuisce a creare un’atmosfera da vero leader. In questo caso sfrutta il WiFi per evitare i fili dei device, oppure utilizza delle canaline e delle vertebre per nascondere i cavi ed evitare il terribile effetto fili che penzolano.

 

Se i metri che hai a disposizione non ti permettono di creare un ufficio dirigenziale davvero importante, non preoccuparti …hai altra carte da giocare.

 

Scosta sempre la scrivania dal muro e spostala di lato, rispetto all’ingresso, quel tanto che basta a far percepire l’ambiente più ampio e avere una certa privacy anche con la porta aperta o socchiusa. Se in questo momento  non puoi investire in un ufficio più grande, con la giusta scrivania pc posizionata correttamente e un arredo di design moderno, anche in un ufficio dalle dimensioni ridotte risulterà autorevole e professionale.

 

Nel caso di uffici con più scrivanie singole scegli la disposizione ad L o a ferro di cavallo. Per gli uffici operativi in spazi open space la soluzione con bench disposti ad isola è davvero conveniente e funzionale. Condividere e cooperare mantenendo la privacy grazie a schermi fonoassorbenti è una soluzione perfetta per molti studi professionali.

 

LUCE INTENSA MA NON DIRETTA

La posizione corretta della scrivania rispetto alla finestra, tenendo quindi conto delle fonti di luce è davvero importante. Un ufficio luminoso è davvero un ottimo posto dove lavorare, ma un eccesso di luce sul monitor crea un fastidiosissimo riflesso. Per questo motivo una scrivania non dovrebbe mai dare le spalle a una finestra o trovarsi sotto una finestra perché la luce è necessario che arrivi sul piano del lavoro in modo indiretto. Un opzione per ovviare al problema della luce diretta è utilizzare tende per schermare le aperture: scelta valida se lo spazio è sufficientemente luminoso. L’uso della luce artificiale in ogni momento della giornata deve essere una soluzione “estrema” e solamente in ambienti in cui siano presenti aperture insufficienti. È risaputo che la luce naturale non affatica la vista e migliora l’umore.😊

 

La posizione delle finestre è un altro elemento da considerare: aperture orientate a nord ti permettono di mettere la tua scrivania anche davanti alla finestra, senza avere disagi durante il tuo lavoro, cosa che però eviterei in locali con finestre che guardano a sud.

 

Nei lunghi mesi invernali, quando il sole non sarà sufficiente, dovrai accendere le luci cercando di ricreare un’illuminazione il più possibile naturale per non affaticare la vista. Una buona scelta è quella di avere una luce centrale per tutto l’ufficio più una fonte direttamente sulla scrivania, ancora meglio se regolabile così da poter essere aumentata o diminuita in base al lavoro che devi svolgere e al momento della giornata.

 

CALORE E BENESSERE

 

La giusta temperatura di permetterà di lavorare più concentrato. Sentire freddo o sudare per il caldo sono entrambe condizioni fastidiose che non ti permetteranno di lavorare al meglio. Un utilizzo sbagliato dei caloriferi o dell’aria condizionata pregiudicherà la tua salute. Spesso i termosifoni sono posizionati sotto la finestra per questo è meglio evitare queste punti della stanza.

Per ottenere una posizione ottimale della tua scrivania tieni quindi conto anche delle fonti di calore. Considera che rimanere seduto tante ore di fianco ad un termosifone è davvero deleterio per la tua circolazione e per la tua concentrazione. Un consiglio, nel tuo ufficio metti un deumidificatore per avere sempre il giusto livello di umidità dell’aria.

 

TUTTO IN ORDINE TUTTO PIU’ VELOCE

L’ordine sul piano della tua scrivania ti renderà il lavoro più agile, se utilizzi solo un PC non sarà per te difficile avere sempre tutto organizzato: è sufficiente in quel caso una piccola cassettiera per contenere gli oggetti personali e del materiale di cancelleria. Ti sconsiglio vivamente di utilizzare il top della scrivania per appoggiare oggetti, documenti, cartelline e faldoni. Se non vuoi acquistare armadi per l’archiviazione esistono comode scrivanie con uno o entrambi i lati con spazi per riporre documenti e cartelle. Spesso sono le piccole cose che ci cambiano la vita.

 

Inoltre, ci sono diversi accessori che possono rendere il tuo lavoro davvero più smart: i passa spina, le prese integrate, le vertebre raccogli fili, il porta cpu con rotelle etc…

 

LA NORMATIVA VIGENTE E LA POSTURA CORRETTA IN UFFICIO

La normativa prevede per tutti coloro che lavorano a un terminale che siano attivate tutte le misure idonee a evitare i rischi per la vista e per gli occhi e i problemi legati alla postura e all’affaticamento fisico o mentale oltre ad assicurare le condizioni ergonomiche e di igiene ambientale.

 

Per quanto riguarda la postazione di lavoro devono essere adottate le seguenti misure:

  1. L’altezza della seduta deve essere tale da permettere di appoggiare completamente i piedi sul pavimento;  cosce e parte inferiore delle gambe devono formare un angolo di almeno 90 gradi.
  2. La seduta dovrebbe essere regolabile per aver i piedi appoggiati comodamente a terra e il monitor del computer ad altezza occhi.
  3. Lo schienale dovrebbe essere anch’esso regolabile in modo da permettere di spostare il busto all’indietro senza alcuno sforzo.
  4. La presenza dei braccioli è necessaria per riposare gli arti superiori. I gomiti, per una postura corretta, devono essere in linea con i tasti centrali della tastiera.
  5. La scrivania deve avere un’altezza regolabile, in modo da poter essere adattata alla propria statura, solo così otterrai un’altezza corretta ed eviterai fastidiosi dolori cervicali. Si consiglia la scrivania elevabile elettricamente per passare parte della giornata lavorativa in piedi.

 

Che tu utilizzi un pc portatile o un computer, oppure cerchi la posizione corretta per scrivere con carta e penna, la giusta scrivania e una seduta ergonomica ti permetteranno di avere una postura perfetta per lavorare al meglio, raggiungere velocemente i tuoi obiettivi giornalieri senza procurarti mal di schiena o dolori alle articolazioni che alla lunga potrebbero diventare delle vere e proprie patologie invalidanti.

 

Consulenza gratuita per organizzare il tuo ufficio

 

Per avere un ufficio efficiente e produttivo anche i dettagli sono importanti quindi non sottovalutare la posizione della scrivania nell’ambiente in cui lavori. E’ normale che tu possa avere dei dubbi se l’obiettivo è raggiungere la massima efficienza.

 

Tuttavia, già seguendo i consigli che hai appena letto, potrai capire quale sia la posizione più adatta per te, per il tuo lavoro e per le tue esigenze. Se però avessi ancora qualche dubbio o se volessi un parere esterno per riorganizzare il tuo ufficio in maniera comoda, estetica e funzionale, considera che i nostri specialisti di interior design sono a tua disposizione per aiutarti gratuitamente a realizzare un progetto professionale per il tuo nuovo ufficio.

Contattaci subito da QUI.

Perché acquistare Online

Consegna rapida

In 8/15 giorni

Montaggio Semplice

Veloce e intuitivo

Acquisto diretto dal produttore

I migliori arredi senza costi di intermediari

#ThisIsFlain
Apri chat
1
💬Ciao, hai bisogno di aiuto?
Ciao👋. Come possiamo aiutarti?
Powered by